CASO SCHWAZER/ Nado Sanvito e il cattivo giornalismo: a pensar male…

No, non è un errore nel titolo. Il giornalista Nando Sanvito da quando si occupa di antidoping potremmo chiamarlo NADO Sanvito: giusto nome di battaglia, riconoscimento per l'esperienza acquisita sul campo.  Domenica scorsa è andata in onda sulla RSI Sport (Rete Svizzera Italiana) un'interessante ed estesa inchiesta dal titolo "Cosa c'è dietro il caso Schwazer?", e abbiamo finalmente visto come fare del buon giornalismo: c'è stato addirittura un contraddittorio, usanza ormai dimenticata da molti...
Altro

Qualcuno informi il Presidente Stefano Mei

Hanno suscitato non poche critiche le modalità con le quali il Presidente della Fidal Stefano Mei ha deciso di pubblicare sul sito della Fidal il testo dell’Ordinanza con la quale il Giudice per le Indagini Preliminari di Bolzano Walter Pelino ha determinato il non luogo a procedere nei confronti di Alex Schwazer. Prassi vorrebbe, infatti, che il documento sia preceduto da due semplici, asettiche righe del tipo: “a seguito dell’interesse suscitato nell’opinione pubblica, riteniamo opportuno pub...
Altro

Alex Schwazer pensa che siamo stupidi?

Forse Alex Schwazer ci crede stupidi e smemorati. Non gli basta apparire ovunque (giornali, Sanremo, Webinar, Verissimo), arriva anche una serie televisiva che sarà “liberamente” tratta dal nuovo libro in cui Donati ci racconterà il “complotto”; ovviamente dal punto di vista di un presunto consulente WADA. Ieri ulteriori ed evitabili 10 minuti di intervista alle Iene, che con il giornalista Antonino Monteleone annunciano l’inizio dell’ennesima inchiesta "bomba". Se non fosse che uno degli scopi...
Altro

Schwazer saga: perizia su DNA urine è sbagliata?

“Ma perché vogliono le nostre urine? Non mi sono mai allenato quanto lui, lo sanno tutti come si allenava,  mostruoso!”. E ancora “Non mi hanno chiesto neanche se in questo periodo mi sto allenando tanto o poco” e poi “Quando sono andato lì a pisciare ero a riposo da una settimana per un fastidio muscolare” e un altro “Ma paga Schwazer di tasca sua per tutte queste assurde analisi, vero?”. Sono alcune delle domande che si sono posti i 56 (poi diventati 37) atleti chiamati a riservare la propria ...
Altro

Ma le squadre militari hanno sempre coltivato e protetto il doping?

37.916,70 euro è il corrispettivo che il CONI riconoscerà ad Alessandro Donati per un lavoro di “Ricerca sulle metodologie di allenamento adottate dalle Federazioni Sportive per gli atleti olimpici e di alto livello.” La postazione appare tra le prestazioni professionali che il massimo organo sportivo affida in via diretta e fiduciaria. Fonte: coniservizi.coni.it Il professor Donati è la stessa persona che, in un’audizione parlamentare delle commissioni Cultura e Affari Sociali del 2 agosto ...
Altro

Doping di Schwazer 2012: medici FIDAL condannati. Ma chi esulta continua dire bugie

E' arrivata, dopo anni di dibattimento e numerosi rinvii delle udienze, la sentenza di primo grado a carico dei medici e della funzionaria FIDAL, accusati di aver favorito con le loro omissioni il doping di Alex Schwazer nel 2012. Pene severe, maggiori delle richieste del PM: 2 anni a Pierluigi Fiorella e Giuseppe Fischetto (con annessi 2 anni di interdizione dalla professione medica), 9 mesi per Rita Bottiglieri (che il PM aveva chiesto di assolvere per insufficienza di prove), e per tutti inte...
Altro